Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
iic_tunisi

L'Istituto Italiano di Cultura di Tunisi presenta la XVI Settimana Lingua Italiana nel Mondo

Data:

11/10/2016


L'Istituto Italiano di Cultura di Tunisi presenta la XVI Settimana Lingua Italiana nel Mondo

Un impegno a tutto tondo, (letteratura, linguistica, musica, design, moda), quello dell'Istituto italiano di Cultura di Tunisi per la XVI edizione della Settimana della Lingua Italiana nel Mondo, promossa dal ministero degli Esteri e dall'Accademia della Crusca, sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica, allo scopo di favorire la diffusione della lingua italiana nel mondo, che quest'anno si svolge dal 17 al 21 ottobre con il tema "L'italiano e la creatività: marchi e costumi, moda e design". Molti gli eventi a Tunisi: si comincia lunedì 17 ottobre, alle 18, con l'inaugurazione della mostra di design "Identità fluide" presso la Sala Punica del Museo del Bardo. Attraverso proiezioni multimediali, video mapping e un oggetto iconico che descrive l'incontro fra varie culture, la mostra vuole dimostrare che il design, come progetto degli artefatti che popolano le nostre case e strumento di intervento nel sociale, contribuisce alla costruzione di una diversa idea di Mediterraneo, di nuovo luogo di confronto e scambio. La mostra è a cura dei Professori Lotti e Giorgi dell'Università di Firenze, coordinatori di un progetto Tempus dal titolo 3 D - Design pour le Développement Durable des productions artisanales locales en Tunisie. Il programma delle attività della Settimana della Lingua proseguirà con tre conferenze: martedì 18 ottobre, alle ore 10, il Professor Lotti parlerà dei protagonisti del design italiano agli studenti di italiano dell'Institut Supérieur des Langues di Tunisi, mentre nel pomeriggio, alle ore 17, la professoressa Maria Giuseppina Muzzarelli traccerà una storia della moda italiana intervenendo sul tema "Fatto in Italia": una storia secolare presso il Salone dell'Istituto Italiano di Cultura. Il giorno seguente, alle ore 10, la professoressa Muzzarelli presenterà agli studenti dell'Università La Manouba il suo ultimo libro pubblicato da Il Mulino, dal titolo "A capo coperto - Storie di donne e di veli", per spiegare come la prescrizione alle donne di coprirsi il capo non riguardi soltanto il mondo islamico, ma appartenga in pieno anche alla storia dell'Occidente. Sempre mercoledì 19 ottobre, alle 20, presso l'Acropolium di Cartagine, avrà luogo un concerto nell'ambito del festival internazionale dell'Ottobre Musicale Musical: il suonatore di oud Mauro Sigura, il pianista Andrea Manzoni e il sassofonista Javier Girotto, per la prima volta insieme sulla scena, presenteranno al pubblico il progetto Migrantes, che fonde fonde i ritmi frenetici e pulsanti argentini con gli scambi strumentali e le interazioni tipiche del jazz europeo e con le sonorità evocative arabo - ottomane. Giovedì 20 ottobre, alle 18, il Salone dell'Istituto Italiano di Cultura ospiterà un evento dedicato alla moda ed organizzato in collaborazione con l'associazione "Gli utopisti. L'utopia del fare cinema": tre giovani talenti dell'Accademia Costume e Moda di Roma, Francesca Loverre, Livia Francese e Heida Oskarsdottir, esporranno le loro creazioni e racconteranno la loro esperienza di studio. Venerdì 21 ottobre il Salone dell'Istituto ospiterà un incontro dedicato al design ed allo stile italiani organizzato in collaborazione con VP Tunisie mentre, in serata, alle ore 20, il programma delle attività della Settimana della Lingua si chiuderà con un concerto-spettacolo di Paolo Dirani dal titolo Fessure dell'anima all'Acropolium di Cartagine. Lo spettacolo intreccia in maniera inedita trenta piccoli brani e frammenti musicali - da Bach a Gershwin passando per i Genesis - suonati dal vivo e accompagnati dallo scorrere simultaneo di altrettanti quadri animati proiettati su grande schermo

Informazioni

Data: Mar 11 Ott 2016

Ingresso : Libero

Massimo numero di partecipanti raggiunto


Luogo:

Tunisi

442