Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
iic_tunisi

Archeologia e tutela del patrimonio di Cartagine: lo stato dell'arte e le prospettive della collaborazione tuniso-italiana

Data:

18/03/2016


Archeologia e tutela del patrimonio di Cartagine: lo stato dell'arte e le prospettive della collaborazione tuniso-italiana

Nell'ambito del seminario intitolato ''Archeologia e tutela del patrimonio di Cartagine: lo stato dell'arte e le prospettive della collaborazione tuniso-italiana'', previsto il 18 marzo 2016 all'Istituto Italiano di Cultura, verrà presentato il progetto della società scientifica ''Scuola Archeologica Italiana di Cartagine'', realizzato d'intesa con il CNR italiano, con l'obiettivo di stabilire contatti tra le istituzioni culturali italiane e tunisine con una prima fase rappresentata dalla realizzazione di una biblioteca e successivamente dallo svolgimento di attività di cooperazione e formazione nelle quali saranno coinvolti studiosi e ricercatori dei due paesi.
La SAIC si propone come voce autorevole della comunità scientifica italiana interessata alle antiche civiltà mediterranee, di epoca preistorica e storica, con specifica attenzione per le iniziative in Tunisia e più in generale nei Paesi del Maghreb, relativamente alle Scienze Storiche, Archeologiche e dell'Antichità, Storia dell'Arte, Conservazione, Valorizzazione e Restauro dei Beni Culturali.. La SAIC è autonoma, ma opera d'intesa con Università, Enti di ricerca, reti interuniversitarie, associazioni accademiche e scientifiche, Fondazioni, istituzioni regionali, nazionali e internazionali che in tutto o in parte ne condividano gli scopi o ne richiedano il patrocinio. La SAIC ha sede principale presso il Dipartimento di storia, scienze dell'uomo e della formazione dell'Università di Sassari e sede secondaria (fino a diversa disposizione) a Tunisi presso l'Istituto italiano di cultura. La SAIC è destinata ad operare in campo internazionale. La SAIC persegue in generale l'obiettivo di operare d'intesa con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale e con gli Istituti Italiani di cultura, anche nell'ipotesi della nascita di un ''Centro Italiano per la Formazione e la ricerca in campo archeologico'', di cui potrebbe costituire un nucleo culturalmente significativo, per l'organizzazione e il coordinamento di iniziative scientifiche, documentazione, formazione, servizi, divulgazione

Informazioni

Data: Ven 18 Mar 2016

Ingresso : Libero

Massimo numero di partecipanti raggiunto


Luogo:

Salone IIC Tunisi

443